10.09.2

Smart Working o congedo straordinario per genitori dipendenti con figli in quarantena per contatti scolastici

Il Decreto Legge n. 111 dell’8 settembre 2020 introduce disposizioni urgenti per far fronte ad esigenze finanziarie e di sostegno per l’avvio dell’anno scolastico, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
L’articolo 5 del Decreto prevede la possibilità di ricorrere al lavoro agile o, in alternativa, alla fruizione di un congedo straordinario per i genitori che si trovino a fronteggiare il periodo di quarantena obbligatoria per contatti scolastici del figlio convivente minore di quattordici anni.

L’art. 5, comma 1 del Decreto n. 111/2020 prevede che un genitore lavoratore dipendente può svolgere la prestazione di lavoro in smart working per tutto o parte del periodo corrispondente alla durata della quarantena:

- del figlio convivente, minore di anni quattordici;
- disposta dal Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all'interno del plesso scolastico.

Qualora la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile e, comunque, in alternativa al lavoro in smart working, uno dei genitori, alternativamente all'altro, può astenersi dal lavoro per tutto o parte del periodo corrispondente alla durata della quarantena del figlio fruendo di un congedo straordinario a carico dell’INPS con un’indennità pari al 50% della retribuzione.