11.06.21

Il contratto di rioccupazione

Il contratto di rioccupazione è una nuova misura introdotta in via sperimentale con la finalità di incentivare l'inserimento lavorativo stabile e la riqualificazione professionale di soggetti disoccupati.
Si tratta di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, stipulabile dal 1 Luglio 2021 fino al 31 ottobre 2021 diretto ad incentivare l’inserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori in stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 19 del decreto-legislativo 14 settembre 2015, n. 150.
La validità del contratto è condizionata alla stesura di un progetto individuale di inserimento della durata di 6 mesi, volto a garantire l'adeguamento delle competenze professionali del lavoratore stesso al nuovo contesto lavorativo.

Al termine del periodo formativo di 6 mesi il datore di lavoro può recedere dal contratto con preavviso.

L'assunzione con il contratto di rioccupazione comporta il riconoscimento di uno sgravio contributivo per un periodo massimo di 6 mesi pari al 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di importo pari a 500 euro mensili.

Per fruire dello sgravio contributivo i datori di lavoro privati non devono aver proceduto, nei 6 mesi precedenti l'assunzione, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo nella medesima unità produttiva.

La revoca dell’esonero e il recupero di quanto già fruito dal datore di lavoro avviene se :

1) il licenziamento intimato durante il periodo di inserimento (primi 6 mesi);
2) il licenziamento intimato al termine del periodo di inserimento (se il lavoratore non viene confermato al termine dei 6 mesi);
3) il licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo di un lavoratore impiegato nella medesima unità produttiva e inquadrato con lo stesso livello e categoria legale di inquadramento del lavoratore assunto con gli esoneri contributivi, effettuato nei 6 mesi successivi alla predetta assunzione.

In caso di dimissioni del lavoratore il beneficio viene riconosciuto per il periodo di effettiva durata del rapporto.

L'INPS fornirà le indicazioni operative per la fruizione dello sgravio contributivo.