15.12.21

Criterio di “cassa allargata” e pagamenti da effettuare entro il 12 gennaio 2022

Si ricorda che i compensi corrisposti ai lavoratori dipendenti e ai titolari di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (es. collaboratori coordinati e continuativi) vanno indicati nella Certificazione Unica 2022, attestante le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate all'Erario per il periodo d’imposta 2021, qualora il pagamento sia avvenuto entro e non oltre il 12 gennaio 2022, in base al criterio della cosiddetta “cassa allargata”.

L’articolo 95, co. 5 del TUIR pone un’eccezione al generale principio della competenza dei costi ed i compensi corrisposti agli amministratori risultano essere deducibili dal reddito d’impresa secondo il principio di cassa, ovvero se corrisposti al massimo entro il 12 gennaio dell’anno successivo. Oltre a ciò, per la loro deducibilità è necessaria un’espressa delibera dei soci.

N.B. Si raccomanda di procedere al pagamento degli importi delle buste paga emesse per il periodo d’imposta 2021 entro il 12 gennaio 2022 per evitare di dover “annullare” i cedolini paga già elaborati per i quali non sono stati rispettati i termini, rideterminare ritenute d’acconto e rettificare la Certificazione Unica. Ciò implicherebbe un notevole aggravio di costi per l’impresa e probabili contestazioni da parte del dipendente.