02.08.18

Split payment 2018: esclusi i professionisti con ritenuta

Il cd. “decreto dignità” approvato dal Consiglio dei Ministri il 02.07.2018 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 13.07.2018, ha previsto l'abolizione dello split payment per le prestazioni di servizi rese alle PA e alle società da queste controllate qualora i compensi siano assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta o a titolo di acconto.

Pertanto, i professionisti rilasceranno fattura secondo le modalità ordinarie, mentre i soggetti sottoposti a split payment che ricevono tali fatture dai professionisti dovranno applicare le ritenute e liquidare l'IVA al fornitore. Ciò per tutte le fatture di data successiva al 14.07.2018 anche se inerenti a prestazioni rese precedentemente a tale data.