16.12.19

Pagamenti tracciati: regime premiale

Già a partire dall’anno di imposta 2019, il contribuente in grado di assicurare all’Agenzia delle Entrate la massima tracciabilità di tutti gli incassi e pagamenti, può beneficiare di un regime premiale che comporta la riduzione dei termini di accertamento di due anni (l’attuale termine ordinario per l’accertamento è fissato al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione.).

Il regime premiale richiede:

- l’emissione delle fatture esclusivamente in formato elettronico;

- la comunicazione in dichiarazione dei redditi dell’esistenza dei presupposti per fruire del beneficio;

- la tracciabilità di tutti gli incassi e pagamenti superiori a € 500. L’effettuazione anche di un solo pagamento oltre il limite determina la decadenza dai benefici fiscali.

Il regime premiale è applicabile anche ai contribuenti che hanno adottato il regime forfettario, aderiscono volontariamente alla fatturazione elettronica e garantiscono la tracciabilità di tutti i pagamenti sopra € 500.

Si ricorda che si considerano idonei a garantire la tracciabilità gli strumenti di pagamento individuati dall’art. 3 del DM 04.08.2016: bonifico bancario o postale, carta di debito o carta di credito, ovvero assegno bancario, circolare o postale non trasferibili.