22.02.17

Nuovo modello di dichiarazione d’intento utilizzabile dal 01.03.2017

Il nuovo modello di dichiarazione d'intento, approvato con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 02.12.2016, utilizzabile per le operazioni effettuate a decorrere dal 01.03.2017, prevede l'obbligo di indicare il valore del plafond che il soggetto qualificato come esportatore abituale intende utilizzare in relazione a ciascun fornitore ovvero per ogni singolo acquisto.

Rispetto al modello precedente, la nuova dichiarazione d'intento non contiene più, nel frontespizio, i campi 3 e 4 "operazioni comprese nel periodo da ... a ...".

Secondo quanto indicato nella risposta ad interrogazione parlamentare 26.01.2017, nel rimanente campo 2 della dichiarazione d'intento ("operazioni fino a concorrenza di euro ..."), si può inserire un valore presunto del plafond che si stima venga utilizzato nel corso dell'anno nei confronti di un determinato fornitore.

In data 07.02.2017, l'Agenzia delle Entrate ha ulteriormente specificato che saranno accettate anche dichiarazioni d'intento che, nel loro complesso, superano l'ammontare complessivo del plafond disponibile.

Sarà, quindi, cura dell'esportatore abituale monitorare, per ogni singolo fornitore, che il complesso degli acquisti effettuati senza applicazione dell'IVA non superi il valore del plafond disponibile per l'anno.

Si evidenzia che, nel caso in cui la dichiarazione d’intento sia stata rilasciata anteriormente al 28.02.2017, non indicando l’ammontare degli acquisti da effettuare senza IVA, ma solo il periodo di validità della stessa, tale dichiarazione a partire dal 01.03.2017 non è più valida e quindi dovrà essere ripresentata con il nuovo modello.