15.12.16

Le novità in materia di lavoro

La Legge di stabilità 2017 è stata approvata in tempo record; di seguito alcune delle principali novità che interessano il mondo del lavoro.

All'interno del pacchetto pensioni viene confermata l’APE (anticipo pensionistico) che permetterà ai lavoratori con specifici requisiti di lasciare il lavoro anticipatamente ma con costi che vanno valutati caso per caso.

In tema di welfare e produttività aziendale viene innalzato ad € 3.000 l’importo massimo dei premi di risultato, assoggettati all'imposta sostitutiva del 10% in luogo della tassazione ordinaria; sarà sempre necessario stipulare un accordo sindacale, identificando gli indicatori aziendali quali parametro di erogazione dei premi.
Anche la platea dei beneficiari è stata ampliata, poiché il reddito annuale massimo dell'anno precedente, per accedere all'agevolazione, è ora pari ad € 80.000.

Con riferimento all'obbligo contributivo per i titolari di partita iva iscritti alla gestione separata è stato disposto che l'aliquota contributiva a partire dal 1 gennaio 2017, sia pari al 25,72% (ex 27,72%).

È previsto un premio per le lavoratrici, alla nascita o all'adozione di minore, dell’importo di € 800,00 a decorrere dal 1° gennaio 2017; il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini IRPEF ed è corrisposto in unica soluzione dall'INPS.
Viene inoltre prorogato, per l'anno 2017, il congedo obbligatorio di due giorni per il padre lavoratore dipendente, che può essere goduto anche in via non continuativa entro i cinque mesi dalla nascita del figlio