16.12.19

La detrazione IVA sulle fatture ricevute a fine anno

A fine anno occorre monitorare attentamente l’arrivo delle fatture di acquisto per determinare il momento in cui sia possibile detrarre la relativa IVA a credito. Per la detrazione IVA a fine anno è necessario infatti distinguere tra:

- fatture ricevute e registrate nel mese di dicembre: rientrano nella liquidazione IVA di dicembre 2019;

- fatture, datate dicembre 2019, ma ricevute nel mese di gennaio 2020 (da contabilizzare come fatture da ricevere al 31.12.2019): dovranno essere registrate nel mese di gennaio e confluiranno nella liquidazione IVA di gennaio 2020.

Nei rari casi di fatture ricevute nel mese di dicembre 2019 ma non registrate a dicembre 2019 è possibile detrarre l’IVA nella dichiarazione annuale IVA relativa all’anno 2019, da presentare entro il 30.04.2020; decorso tale termine sarà necessaria la presentazione della dichiarazione annuale IVA integrativa.

Il cessionario/committente che non ha ricevuto la fattura dovrà inoltre verificare se eventualmente tale fattura sia stata emessa dal cedente/prestatore e semplicemente non recapitata, ma messa a disposizione nell’Area riservata dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione “Fatture e Corrispettivi”.

In tale circostanza la data di ricezione della fattura è rappresentata dalla data di presa visione della stessa sul sito web dell’Agenzia delle Entrate da parte del cessionario/committente.

Questo è il momento a partire dal quale sarà possibile detrarre l’IVA per il cliente.