07.03.17

La compensazione del credito risultante dalla Dichiarazione IVA 2017

Quest’anno la dichiarazione IVA annuale - riferita all’esercizio 2016 - è stata presentata esclusivamente in forma autonoma entro il mese di febbraio 2017.

La compensazione del credito IVA annuale per un importo non superiore ad € 5.000 non è soggetta ad alcun vincolo o controllo formale, poteva essere effettuata presentando il relativo modello F24 già dal 01.01.2017, ricorrendo ai canali Entratel o Fisconline se il saldo finale delle deleghe era/è pari a zero.

L’utilizzo del credito IVA annuale di importo superiore ad € 5.000, ma inferiore ad € 15.000, potrà essere effettuato solo a decorrere dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione. Pertanto, sarà possibile effettuare la compensazione con modello F24 a partire dal prossimo 16 marzo. In questi casi l’unica modalità consentita di trasmissione del modello F24 è Entratel o Fisconline escludendo conseguentemente il canale bancario.

Per utilizzi in compensazione superiori alla soglia di € 15.000 è invece necessario effettuare specifici controlli, al fine di apporre nella dichiarazione annuale il “visto di conformità”.

L’apposizione del visto attesta che i dati della dichiarazione sono conformi alla relativa documentazione e alle risultanze delle scritture contabili, confermandone la regolarità. Con l’apposizione del visto vengono estese allo Studio le responsabilità e le sanzioni previste in caso di irregolarità, colpa o dolo.

Si sottolinea infine che i vincoli alle compensazioni interessano solo quelle orizzontali, quelle cioè afferenti contributi e tributi diversi dall’IVA, mentre non riguardano le compensazioni verticali, vale a dire quelle IVA da IVA, anche nelle ipotesi in cui superino la somma di € 5.000.