28.02.18

Enasarco: aliquote, minimali e massimali 2018

Per il 2008 l’aliquota contributiva applicabile dalla casa mandante a tutte le somme dovute all’agente in dipendenza del rapporto di agenzia è pari al 16% (15,55% per il 2017), nel rispetto dei minimali e massimali.

L’aliquota va ripartita in parti uguali tra agente e preponente.

Per gli agenti esercenti l’attività in forma di spa/srl la casa mandante determina il contributo dovuto applicando un’aliquota differenziata per scaglioni provvigionali, senza previsione dei minimali e massimali; fino a € 13.000.000 di provvigioni, l’aliquota è pari al 4%, di cui il 3% a carico del preponente e l’1% a carico dell’agente.

La Fondazione Enasarco ha provveduto ad aggiornare, sulla base degli indici ISTAT, gli importi dei minimali contributivi e dei massimali provvigionali, leggermente aumentati per l’anno 2018 rispetto al 2017:

- per l’agente plurimandatario: per ciascun rapporto di agenzia, il massimale provvigionale annuo è pari a € 25.275 (a cui corrisponde un contributo massimo di € 4.044) e il minimale contributivo annuo è pari a € 423 (€ 105,75 a trimestre);

- per l’agente monomandatario: il massimale provvigionale annuo è pari a € 37.913  (a cui corrisponde un contributo massimo di € 6.066,08) e il minimale contributivo è pari a € 846 (€ 211,50 a trimestre).