23.03.2

DPCM del 22 marzo 2020

E’ stato pubblicato in GU il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, recante ulteriori misure restrittive al fine di contrastare e contenere gli effetti del diffondersi del virus COVID-19.

A far data dal 23 marzo 2020, sull’intero territorio nazionale, sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1 al DPCM stesso, che fa specifico riferimento ai codice attività ATECO.

Possono inoltre continuare ad esercitare la loro attività i soggetti già individuati dal precedente DPCM di data 11 marzo 2020 (COMMERCIO AL DETTAGLIO e SERVIZI ALLA PERSONA – vedi elenco in calce), nonché la sola attività di ristorazione con consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

Restano sempre consentite anche le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui al citato elenco e le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione per quest’ultime all’autorità prefettizia.

In ogni caso, alle imprese le cui attività sono sospese per effetto del decreto, è consentito completare le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza.

Le attività produttive che sarebbero sospese possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile, mentre per le imprese le cui attività non sono sospese rimangono in vigore gli obblighi contenuti nel protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 14 marzo 2020 fra il Governo e le parti sociali (si veda la nostra circolare informativa LAVORO del 15 marzo 2020), quali l’adozione di protocolli di sicurezza come il rispetto della distanza interpersonale e, ove non fosse possibile, la dotazione ai dipendenti di appositi strumenti di protezione quali guanti e mascherine.

Le nuove misure restrittive saranno efficaci sino al 3 aprile 2020.

ATTIVITA’ GIA’ PRECEDENTEMENTE AUTORIZZATE DAL DPCM 11 MARZO 2020:

Ipermercati, Supermercati, Discount di alimentari, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari, Commercio al dettaglio di prodotti surgelati, Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici, Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4), Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico, Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari, Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione, Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici, Farmacie, Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica, Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati, Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale, Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici, Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia, Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione, Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono, Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici, Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia, Attività delle lavanderie industriali, Altre lavanderie, tintorie, Servizi di pompe funebri e attività connesse

Allegato: elenco attività non soggette alle restrizioni del DPCM 22 marzo 2020