29.01.2

Assunzioni agevolate: giovani under 35

Viene prorogato a tutto il 2020 l’esonero contributivo per l’assunzione di giovani under 35 assunti per la prima volta con un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Destinatari dell’esonero sono tutti i datori di lavoro imprenditori e non imprenditori; l'agevolazione consiste in un esonero contributivo pari al 50% dei complessivi contributi previdenziali per 36 mesi, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'Inali e nel limite massimo di 3.000 euro all'anno.

Il giovane, per poter consentire l’utilizzo dell’agevolazione, non dovrà essere mai stato assunto a tempo indeterminato né presso altri datori di lavoro né presso il medesimo che procederà all'assunzione. L’agevolazione contributiva è riconosciuta anche nel caso in cui ci sia una trasformazione del contratto a termine in contratto a tempo indeterminato, purché ciò avvenga prima del raggiungimento dei 35 anni e, ovviamente, quest’ultimo sia per il lavoratore il primo contratto a tempo indeterminato.

Come per qualsiasi assunzione agevolata, si coglie l'occasione per riepilogare tutte le condizioni che il datore di lavoro deve rispettare al fine di fruire dei benefici previsti:

1)   l’incentivo non spetta se l’assunzione costituisce attuazione di un obbligo preesistente, stabilito da norme di legge o dalla contrattazione collettiva, anche nel caso in cui il lavoratore avente diritto all'assunzione viene utilizzato mediante contratto di somministrazione;

2)   l’incentivo non spetta se l’assunzione viola il diritto di precedenza di altri lavoratori;

3)   l’incentivo non spetta se presso il datore di lavoro o l’utilizzatore con contratto di somministrazione sono in atto sospensioni dal lavoro connesse ad una crisi o riorganizzazione aziendale, salvi i casi in cui l’assunzione, riguardi lavoratori inquadrati ad un livello diverso da quello posseduto dai lavoratori sospesi o da impiegare in unità produttive diverse da quelle interessate dalla sospensione;

4)   l’incentivo non spetta se l’assunzione riguarda lavoratori licenziati, nei sei mesi precedenti, da parte di un datore di lavoro che, alla data del licenziamento, presentava elementi di relazione con il datore di lavoro che assume, sotto il profilo della sostanziale coincidenza degli assetti proprietari ovvero della sussistenza di rapporti di controllo o collegamento;

5)   essere in regola con gli obblighi contributivi;

6)   essere in regola con le norme poste a tutela delle condizioni di lavoro (sicurezza sul lavoro DLgs 81/08);

7)   rispettare gli accordi e contratti collettivi nazionali e territoriali.

Lo studio prima di ogni assunzione agevolata verifica la sussistenza delle predette condizioni.