06.12.18

Accertamento induttivo del reddito

La Corte Cassazione con l’Ordinanza n. 28715 del 09.11.2018, ha ribadito che in presenza di una cassa negativa è legittimo l’accertamento induttivo sebbene la contabilità risulti regolare. La Cassazione nella propria ordinanza spiega infatti che “la sussistenza di un saldo negativo di cassa, implicando alle voci di spesa entità superiore a quella degli introiti registrati, costituisce un’anomalia contabile e fa presumere l’esistenza di ricavi non contabilizzati in misura almeno pari al disavanzo.

Sempre la Corte di Cassazione con l’Ordinanza n. 29105 del 13.11.2018 ricordando che le imprese in contabilità semplificata devonoriportare sul registro IVA degli acquisti il valore delle rimanenze, distinguendo i beni per categorie omogenee, ha ribadito che in mancanza, l’Ufficio è legittimato all’accertamento induttivo.